Progetto

home -letspass
Il progetto

“Let’s PASS” è una chiamata all’azione, un appello per un cambiamento di prospettiva, una contro-narrazione della disabilità nelle arti dello spettacolo. PASS – Promoting Accessible Shows è un progetto internazionale, cofinanziato dal Programma Europa Creativa dell’Unione Europea, che affronta il problema della mancanza di ingaggio e visibilità per gli artisti e il pubblico con disabilità cognitive e sensoriali negli spettacoli dal vivo e nelle arti performative. Il progetto è coordinato dalla Fondazione Arturo Toscanini (Italia) con ACCAC (Finlandia), En Dynamei (Grecia) e Studio Citadela (Repubblica Ceca).

Siamo tutti individui unici, ognuno dei quali vanta tratti fisici, personalità, background, credenze, orientamenti sessuali e abilità uniche. Eppure, in mezzo a questa gloriosa diversità, condividiamo un filo comune: il codice genetico, il luogo di nascita, i talenti e le preferenze individuali. Mentre la nostra identità individuale ci distingue, la diversità tra noi ci unisce, rendendoci ugualmente notevoli e insostituibili come individui e favorendo una collaborazione efficace come collettivo.

 

All’interno del progetto PASS, la diversità non è solo valorizzata, ma è un’opportunità di crescita personale e comunitaria. Il nostro obiettivo è quello di stabilire un nuovo approccio alle arti performative in cui tutti gli artisti possano sentirsi protagonisti ed esprimere il proprio mestiere liberamente, senza barriere, con spettacoli accessibili a tutti.

 

 

 

Panoramica del progetto: “Creazione di spettacoli accessibili

 

In questa innovativa iniziativa europea, i partner collaborano per produrre uno spettacolo pilota inclusivo e multidisciplinare. Utilizzando tecnologie assistive, musica, teatro, danza e arti visive, il progetto coinvolge attivamente gli artisti con disabilità nel processo creativo.

 

Fasi chiave:

 

Valutazione dei bisogni: I partner analizzano i requisiti e le migliori pratiche, coinvolgendo rappresentanti di istituzioni, scuole e associazioni. Insieme, creano linee guida per spettacoli accessibili.

 

Co-creazione: Artisti disabili e alunni della scuola primaria collaborano allo sviluppo della performance pilota, integrando tecnologia e linguaggi artistici.

 

Laboratori e residenze: Laboratori sperimentali nelle scuole e residenze artistiche perfezionano la performance, mentre il personale riceve una formazione sull’accessibilità.

 

Debutto e tournée: Lo spettacolo debutta in Italia nel marzo 2025 e successivamente viene portato in tournée nei Paesi partner.

 

Il principale risultato del progetto sarà un modello di riferimento per spettacoli altamente accessibili, completo di elementi multimediali e linee guida complete.

 

 

Tema

 

Lo spettacolo ruoterà intorno al tema Celebrare la vita. Esploreremo queste domande:

 

Come si celebra la vita?
Cosa si celebra nella propria vita?
Cosa ci permette di celebrare la vita?
Cosa fareste se fosse l’ultimo giorno del mondo?

 

Ogni partner contribuirà con la propria prospettiva creativa a questo tema. Dopo una discussione collaborativa, concorderemo l’approccio generale e l’estetica della performance.

 

Obiettivi

  • Sviluppare la capacità degli operatori dello spettacolo di creare contenuti artistici accessibili
  • Creare un confronto permanente multi-stakeholder sull’accessibilità nelle arti
  • Aumentare il riconoscimento e la mobilità degli spettacoli con artisti con disabilità in Europa.
  • Aumentare l’audience con un focus sui bambini con disabilità sensoriali e cognitive

 

Risultati

  • Aumento delle competenze e dell’occupabilità degli artisti con disabilità
  • Maggiore interesse e partecipazione dei bambini alla creatività e alle arti dello spettacolo
  • Aumento della capacità delle organizzazioni culturali di cooperare per la realizzazione di opere artistiche congiunte ad alto valore sociale.
  • Co-creazione di linee guida per la creazione di spettacoli altamente accessibili

 

Tempistiche

  • Data di inizio del progetto: 1° gennaio 2024
  • Durata del progetto: 25 mesi
  • Oggetto: Programma Europa Creativa (CREA)

Fase 1

Studio

Ogni partner, lavorando con gli stakeholder, le comunità di disabili, gli operatori culturali, i tecnici e i professionisti della scuola, raccoglierà informazioni sui bisogni e sulle possibili soluzioni. I partner evidenzieranno i problemi affrontati dalle persone disabili e le possibili soluzioni da implementare nei luoghi e negli spettacoli dal vivo.

Fase 2

Residenza artistica online e spettacoli dal vivo

Un team di artisti e un coach parteciperanno a una residenza artistica online, con l’obiettivo di allestire uno spettacolo performativo in grado di coinvolgere persone con diverse tipologie di disabilità. Lo spettacolo sarà rappresentato in 4 spettacoli dal vivo. L’evento consentirà inoltre di raccogliere il feedback del pubblico sul funzionamento delle soluzioni implementate e sulla loro esperienza dello spettacolo stesso.

Fase 3

Diffusione

I partner valutano l’impatto e la fattibilità delle misure implementate, stilano un elenco di barriere che possono essere eliminate e suggeriscono soluzioni per affrontare i problemi degli eventi dal vivo. L’elenco dei suggerimenti sarà diffuso attraverso la rete europea. Un follow-up degli obiettivi di diffusione mostrerà l’analisi dell’impatto del funzionamento delle pratiche implementate e la loro replicabilità in altri spettacoli. La valutazione finale del progetto consentirà la diffusione post-progetto in più sedi e la possibilità di affrontare barriere e problemi nella fruizione degli spettacoli dal vivo, legati ad altri tipi di disabilità.

Fase 4

Creazione di una rete di accessibilità

PASS è un punto di partenza, un modo per dimostrare che è possibile coinvolgere artisti disabili in una performance dal vivo che sia davvero accessibile a tutti. Subito dopo i primi risultati dello studio e dopo aver raccolto i feedback durante gli eventi dal vivo, l’intenzione è quella di creare una rete per replicare il modello di performance sviluppato durante PASS